Martedì 25 giugno alle ore 17.30, alla presenza del direttore delle Villae, Andrea Bruciati, lo scenografico Arco di TrionfoVilla d’Este ospita la presentazione del libro di Alberto Rizzuti Musica sull’acqua. Fiumi sonori, fontane magiche e mari in tempesta da Händel a Stravinskij (Carocci, Roma 2017). L’iniziativa è parte del programma culturale estivo dell’Istituto.

Attraverso le letture del libro, l’acqua e la musica, protagoniste assolute della serata, saranno proposte dall’autore in una rassegna di musiche “acquatiche” aggregate per temi, collegate da evidenze stilistiche o accomunate da affinità segrete.

Beethoven, Brahms, Chopin, Debussy, Liszt, Ravel, Rossini, Schubert, Schumann, Strauss, Stravinskij, Verdi e Wagner sono solo alcuni dei compositori che hanno dedicato all’acqua pagine memorabili; aiutati in qualche caso da grandi poeti, in altri facendo leva soltanto sul loro portentoso talento. La musica si trasforma nella “voce dell’acqua”, calma e placida per poi divenire piena di forza, in un crescendo che tocca le corde dell’anima. Tra le tante toccanti e visionarie opere musicali ad essa ispirate spicca Water Music, una suite orchestrale composta da Georg Friedrich Händel.

“La musica dell’acqua – commenta Andrea Bruciati – è come una sorta di colonna sonora di Villa d’Este, alternata al silenzio; è in grado, arrivando attraverso uno dei nostri organi di senso più primitivi, di stimolare la distensione e la ripresa delle energie. Non bisogna mai dimenticare che Villa d’Este, oltre a pietra, pittura e scultura, acqua e fontane, è musica”.

Addottoratosi in Musicologia nella University of Chicago, Alberto Rizzuti (Torino, 1963) insegna Storia della civiltà musicale nell’Università di Torino, ateneo in cui dirige la Scuola di Dottorato. Oltre a Musica sull’acqua, fra le sue pubblicazioni più recenti si segnalano l’edizione critica di Giovanna d’Arco di Giuseppe Verdi (Chicago – Milano, 2008), le monografie Fra Kantor e Canticum. Bach e il Magnificat (Alessandria, 2011) e Sotto la volta celeste. Beethoven e l’immaginario pastorale (Roma, 2014) e vari studi sulla musica vocale e strumentale dal Sei- al Novecento.

0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Villae © 2019/ All Rights Reserved - Designed by ORA

Log in with your credentials

Forgot your details?