Il Laboratorio di Antropologia Fisica è deputato alla tutela, conoscenza e valorizzazione delle testimonianze biologiche di individui di epoca pre-protostorica e storica, provenienti da contesti archeologici, paleontologici e paleoantropologici.

Le collezioni osteologiche presenti, di rilevanza internazionale, sono state raccolte a partire dagli ’80 del Novecento e ad oggi ammontano a diverse migliaia di resti umani provenienti principalmente dal Lazio, ma anche da altre regioni italiane e territori stranieri.

Il Laboratorio è collocato presso il Santuario di Ercole Vincitore e dispone di un deposito adiacente interamente dedicato, gestito da un funzionario antropologo preposto a tutte le attività inerenti.

  • La gestione del patrimonio antropologico è attuata nel rispetto del D.LGs. 42/2004 e del Codice Etico dell’ICOM, fermi restando gli obblighi di legge previsti dal Regolamento di Polizia Mortuaria;
  • trattandosi di beni culturali ‘sensibili’ e facilmente degradabili sia fisicamente che geneticamente, si adotta uno specifico protocollo di intervento sia per personale interno sia per specialisti esterni, comprensivo di norme di manipolazione, modalità di visione, studio, catalogazione, campionamento dei reperti e conservazione;
  • si effettuano periodiche ricognizioni dedicate al monitoraggio dello stato di conservazione diagenetico e tafonomico, finalizzate alla programmazione di interventi conservativi ordinari e straordinari;
  • con modalità costante il personale del Laboratorio effettua catalogazioni volte alla ricostruzione dei profili biologici (sesso, età statura) e paleopatologici, degli stress occupazionali e nutrizionali, oltre ad analisi antropometriche e demografiche;
  • ai fini della creazione di una banca dati delle popolazioni antiche si attuano campagne di campionamento per preservare il patrimonio genetico e il potenziale informativo degli individui;
  • il personale del laboratorio interviene nella direzione o co-direzione di attività di esposizioni temporanee, permanenti o di fruizione in cui siano previsti beni antropologici;
  • le risultanze scientifiche delle attività di ricerca in essere presso il laboratorio vengono rese note attraverso periodiche pubblicazioni a carattere divulgativo e scientifico;
  • si effettuano su richiesta di enti/utenti esterni all’Istituto perizie, expertise, valutazioni e autenticazioni;
  • finalità della struttura è quella di promuovere collaborazioni a carattere interdisciplinare con enti di ricerca, istituti nazionali/internazionali e specialisti del settore nell’ambito della gestione dei beni antropologici e di contribuire allo studio e alla formazione di studenti universitari – attraverso tirocini – afferenti ai corsi di laurea, di specializzazione, master e dottorato dei settori antropologici, paleoantropologici e archeologici.
  • si effettuano periodiche attività didattiche strutturate sulle diverse tipologie di utenti sia nell’ambito di eventi proposti dall’Istituto autonomo sia su espressa richiesta.

Laboratorio di Antropologia Fisica: va-ve.laboratorioantropologia@beniculturali.it

Responsabile Elena Rosangela Dellù (funzionario antropologo): elena.dellu@beniculturali.it